I Fiori

 

 

                                                                                                  

 

 

 

Stefano, trovandosi in giardino con le sorelle, si fermò davanti a un rosaio in fiore e disse:    

-Per me la rosa è il più bello di tutti i fiori.

Stefania a sua volta così parlò: 

-Il giglio che vedi là, in quella aiuola, è bello quanto la rosa e perciò io ritengo che questi siano i due fiori più belli;

gli altri, al confronto, sono ben  poca cosa.

Macche, intervenne la piccola Luisa si devono forse apprezzare di meno le graziose violette?

Esse sono veramente carine e nella scorsa primavera ci hanno recato tanta gioia.

La mamma che aveva ascoltato il discorso dei bambini, disse:

-I tre fiori che vi piacciono tanto sono delle belle immagini e i simboli di tre preziose virtù:

-La violetta col suo modesto colore turchino scuro è il simbolo della modestia, il candido giglio è il simbolo dell’innocenza e la fiammante rosa nel suo linguaggio ci dice:

-Il vostro cuore deve ardere di pura bontà e d’amore verso Dio.

 

 

I fior più belli della giovinezza son l’umiltà, la bontà e la purezza.